Logo - Interacta Nero
Blog

Report | Interacta e Innovacoop insieme per il futuro delle cooperative

Cooperative innovazione

Vuoi saperne di più?
Contattaci.

I nostri esperti sono a disposizione per rispondere alle tue domande e supportarti.

Bologna, 1 dicembre 2021 – Due settimane fa si è tenuto il webinar “Innovazione in cooperativa: strumenti e approcci per la gestione della conoscenza e dei processi“, organizzato da Interacta e Innovacoop. L’evento è stato un ottimo momento per confrontarsi sulle migliori tecnologie digitali in grado di organizzare i processi collaborativi delle cooperative in modo veloce ed efficace.

Dopo una prima introduzione a cura di Matteo Serafini di Innovacoop, Sara Lodi ha illustrato le potenzialità di Interacta per la digitalizzazione delle cooperative. È intervenuto anche Matteo Zanfi, Responsabile di settore nella Cooperativa Facchini Portabagagli (CFP) che, in conversazione con Alessandro Azzaroni, ha raccontato la storia di successo dell’organizzazione: grazie a Interacta, CFP ha infatti ottenuto una condivisione estremamente rapida delle informazioni, che permette di mantenere tutti i reparti allineati, e una migliore collaborazione tra le persone, con un aumento generale della produttività.

 

Guarda il video dell’evento

 

 

Perché una cooperativa dovrebbe innovare?

La risposta è sicuramente legata al contesto in cui non solo le cooperative, ma tutte le imprese contemporanee si muovono: uno scenario dove digitalizzazione, intesa soprattutto come capacità di raccogliere ed elaborare i dati, sostenibilità e trasformazione dei modelli di business stanno spingendo le aziende a un cambio di passo. La sfida sarà rendere la propria organizzazione il più flessibile possibile nei confronti delle esigenze e dei cambi di rotta del mercato.

Il futuro delle cooperative sarà caratterizzato da un nuovo livello di partecipazione, non più limitata ai soci e dipendenti ma allargata a tutti i portatori di interesse che ruotano intorno alle singole realtà. Questa Apertura porterà, di conseguenza, a nuove collaborazioni, contratti e linguaggi che necessitano degli strumenti giusti per essere gestiti in modo efficace.

Anche la sostenibilità deve affidarsi quotidianamente all’intelligenza collettiva per riuscire a evolversi da puro slogan ad azioni concrete. Questo sarà possibile solo se vengono coltivate una buona comunicazione e collaborazione sul luogo di lavoro.

 

Come può farlo?

Come racconta Matteo Serafini, metaforicamente il futuro delle cooperative le vede ambidestre: con una mano continueranno a efficientare le attività già consolidate, con l’altra si impegneranno a sviluppare nuovi processi e servizi.

L’innovazione rimane l’essenza del cambiamento e inizia proprio dalle persone, dalla loro curiosità e creatività. Permettere alle proprie risorse di crescere e condividere meglio le loro competenze è quindi il primo passo per coinvolgerle nella crescita del business.

Il secondo passo riguarda invece la scelta delle tecnologie più corrette per supportare la forza lavoro in questo percorso: non sempre gli strumenti aziendali in essere sono in grado di favorire una vera collaborazione. Spesso risultano scollegati tra loro e tendono a frammentare il patrimonio conoscitivo delle cooperative. Inoltre, risultano complessi da utilizzare nel day-by-day e richiedono un grande dispendio di tempo per la compilazione.

 

La partnership con Innovacoop

Innovacoop, società di consulenza di Legacoop Emilia Romagna, lavora ogni giorno con le cooperative per renderle autonome nel fare innovazione e digitalizzarsi. La partnership tra Innovacoop e Injenia, l’azienda che ha sviluppato Interacta, è nata per offrire alle realtà del territorio una nuova prospettiva di crescita, supportata da tecnologie pensate per l’uomo e non viceversa.

Interacta è la soluzione che evolve la gestione dei processi e la condivisione della conoscenza, mettendo le persone al centro di ogni interazione. Implementata all’interno di un’organizzazione permette di spostare il focus sulle persone e sul modo in cui lavorano, favorendo semplicità e naturalezza.

Grazie a Interacta tutte le persone e gli stakeholder della cooperativa sono in grado di comunicare su un’unica piattaforma online che diventa l’estensione virtuale del luogo di lavoro fisico, accessibile in ogni momento e da qualsiasi device. Interacta annulla le barriere e le distanze, mettendo tutti nella stessa condizione di esprimersi e condividere quello che sanno; un elemento fondamentale per le cooperative la cui struttura a rete prevede spesso una collaborazione continua tra persone che sono distanti geograficamente. In questo modo si attiva un processo di continuo apprendimento tra colleghi che permette a ogni realtà di crescere e migliorarsi.

Non solo, sono tante le attività che una cooperativa si trova a portare avanti e spesso è difficile monitorarne l’andamento in modo sistematico. Grazie a Interacta ogni cooperativa può personalizzare e gestire i propri processi senza dover scrivere una riga di codice. L’aspetto più importante è che chiunque è in grado di usare Interacta, a prescindere dal ruolo che ricopre e dalla sua conoscenza di software tecnici.

La soluzione richiama infatti la velocità e semplicità degli strumenti con cui comunichiamo tutti i giorni nella vita privata, come WhatsApp, offrendo però allo stesso tempo la sicurezza di uno strumento aziendale e la potenza necessaria a digitalizzare un buon 70% delle attività nelle cooperative.

 

CFP: un esempio di successo

Cooperativa Facchini Portabagagli è una realtà nata a Modena e attiva da oltre 50 anni che si è approcciata a Interacta e Innovacoop con una necessità ben precisa: individuare uno strumento in grado di digitalizzare i processi interni e migliorarli. In particolare, la cooperativa era interessata a:

  • agevolare la creazione e la condivisione dei report
  • organizzare un sistema di feedback puntuali
  • eliminare una serie di documenti gestiti con Excel che rallentavano le attività
  • digitalizzare la modulistica aziendale che veniva gestita con la carta
  • trovare una piattaforma su cui collaborare in modo più trasversale.

Interacta ha consentito un miglioramento netto della comunicazione tra i vari reparti e uffici e di scambiare e reperire le informazioni importanti attraverso un unico canale diretto. Spostando le conservazioni e i processi sulla piattaforma la cooperativa ha anche iniziato ad avere accesso in real time a tutta una serie di dati utili che le hanno permesso di ottimizzare alcune delle attività più comuni.

L’implementazione di Interacta all’interno di CFP ha favorito fin da subito un engagement naturale delle persone che si sono sentite attratte dal nuovo strumento per la sua semplicità e rapidità di utilizzo. Anche grazie a questo, all’interno della cooperativa sono nate alcune iniziative d’innovazione bottom up. Per esempio, in seguito all’adozione massiva della soluzione nel cantiere di Tetra Pak, è emersa dal basso la proposta di adottare Interacta per gestire e tracciare la consegna dei Dispositivi di Protezione Individuale nel cantiere.

Si tratta di un’ottima dimostrazione della capacità di Interacta di adattarsi anche a esigenze nate in corso d’opera come, in questo caso, la gestione dell’ambito sicurezza in azienda. Ultimo, ma non meno importante, CFP sottolinea l’impatto ambientale della soluzione che ha concesso all’organizzazione di ridurre al minimo l’utilizzo della carta.

Il caso di CFP è un esempio di come la giusta tecnologia può fare da leva per progetti di reale innovazione nelle cooperative. Interacta e Innovacoop offrono quell’expertise e solidità in grado di supportare le organizzazioni in questo percorso, che non si traduce tanto in un punto di arrivo quanto in un’evoluzione e miglioramento continui.

Ricevi i post nella tua casella di posta

Iscriviti alla newsletter