DIFFONDE
LA CONOSCENZA
STRUTTURA LA
COLLABORAZIONE
ANALIZZA
I DATI
GESTISCE
I PROCESSI
SOCIAL PROCESS
MANAGEMENT

Report | IDC e Google Cloud insieme a Interacta: i vantaggi dei nuovi metodi e strumenti di lavoro collaborativi

Interacta e Google Workspace

Report | IDC e Google Cloud insieme a Interacta: i vantaggi dei nuovi metodi e strumenti di lavoro collaborativi

La prima tappa di Innovate Faster è dedicata a Interacta e al progetto per SCM Group.

Interacta e Google Workspace

21 ottobre 2021, Bologna/Milano/Rimini – Ieri si è tenuta la prima tappa di Innovate Faster, il digital roadshow realizzato da IDC e Google Cloud che ha visto come protagonista Interacta e il progetto realizzato per SCM Group. L’obiettivo era illustrare le soluzioni e gli approcci di lavoro per amplificare i processi di comunicazione e collaborazione aziendale.

 

Guarda il video dell’evento

 

 

Intelligent Digital Workspace, l’evoluzione dell’anywhere, anytime

Durante l’intervento iniziale, Sergio Patano di IDC ha presentato una recente survey realizzata dalla società di consulenza che mostra come l’accelerazione digitale degli ultimi mesi abbia portato le aziende a rivedere i propri processi e policy per consentire alle persone di lavorare in modo efficace, efficiente e sicuro, anche in smart-working.

In questo contesto nasce l’idea dell’Intelligent Digital Workspace, uno spazio di lavoro integrato e dinamico, che mette in comunicazione la popolazione aziendale. Attraverso l’Intelligent Digital Workspace ognuno ha accesso immediato ai dati, alle informazioni, ai documenti e ai colleghi di cui necessita per contribuire alla produttività aziendale, indipendentemente dal luogo fisico o dal dispositivo a disposizione.

È quindi l’unica risposta possibile a una forza lavoro che mixa risorse in ufficio, quelle che lavorano da casa e i fieldworker, tradizionalmente più difficili da raggiungere con la comunicazione istituzionale. Le aziende hanno compreso come la produttività sia direttamente proporzionale a quanto le persone sul lavoro sono formate e ingaggiate. Anche per questo il 60% delle realtà intervistate da IDC sta investendo nella digitalizzazione dell’esperienza dei dipendenti e il 52% considera la trasformazione del proprio workspace una priorità nei prossimi 12-18 mesi.

 

Interacta per dare forma a Workspace evoluti

Interacta è la piattaforma che porta le logiche e i benefici dell’Intelligent Digital Workspace all’interno della gestione dei processi mettendo le persone al centro.

Durante l’evento Diego Cera di Interacta è intervenuto per fornire una visione più nel dettaglio della soluzione. Interacta parte dalle interazioni naturali e spontanee che avvengono sul lavoro e le struttura in unico spazio online, rendendo la comunicazione e la collaborazione più chiare e semplici. Consente di raggiungere ogni persona, anche l’operatore che lavora in prima linea e non possiede un’email aziendale. In questo caso specifico il suo know-how ed esperienza risulterebbero molto difficili da tracciare con gli strumenti tradizionali in azienda.

Al contrario Interacta diventa non solo lo strumento principale e sicuro dove le persone interagiscono ogni giorno, ma anche il repository di tutte le informazioni e conoscenza del singolo, rendendoli prima memoria e poi patrimonio dell’azienda. In questo modo risulta molto più rapido trovare una particolare informazione e, allo stesso tempo, ogni conversazione arricchisce di insight utili la gestione dei processi aziendali. Insight che possono essere analizzati per monitorare l’andamento delle attività in tempo reale, la qualità dei processi e le aree dove concentrarsi per migliorare.

Utilizzare Interacta significa dare in mano alle persone un mezzo per contribuire al benessere del luogo di lavoro, facendo emergere la loro personalità e favorendone la scoperta e l’ascolto. La sua semplicità d’uso richiama alcune soluzioni più consumer, come Whatsapp, che usiamo nella vita di tutti i giorni ma che risultano inadatte o perfino rischiose per il business.

 

Interacta e Google Wokspace per una collaborazione flessibile

Silvia Spera di Google Cloud ha illustrato come Interacta e Google Workspace insieme consentano di raggiungere un livello omogeneo di utilizzo degli strumenti di produttività per tutta la popolazione aziendale. Interacta infatti aumenta la potenza della suite di Google Workspace mettendola a servizio dei processi aziendali che richiedono flessibilità e personalizzazione.

Una delle possibili integrazioni è sicuramente la gestione di task, ownership e scadenze che, una volta impostate su Interacta, vengono riportate automaticamente su Google Calendar, la funzione dei calendari condivisi di Google Cloud utilizzata da migliaia di aziende e professionisti per gestire la propria agenda. Un altro aspetto fondamentale è la facilità di installazione e la leggerezza di Interacta. Si tratta infatti di una soluzione in cloud che si appoggia a Google Cloud Platform, di cui possiede la flessibilità, scalabilità, velocità e potenza.

Interacta e Google Workspace

 

SCM Group: la storia di successo

La seconda parte del webinar è stata dedicata al racconto della storia di successo di SCM Group attraverso una conversazione tra Sara Lodi di Interacta, Linda Piva e Gianluca Fariselli di SCM Group.

SCM Group è leader mondiale nelle tecnologie per la lavorazione di una vasta gamma di materiali e nei componenti industriali. L’azienda si articola in 3 grandi poli produttivi in Italia e oltre 20 filiali. Conta 4.000 dipendenti e una presenza diretta nei cinque continenti.

Nel 2018 il Gruppo ha lanciato un ampio progetto di responsabilità di impresa con l’impegno di trovare nuove soluzioni lavorative per migliorare la vita aziendale. Tra queste è stata scelta Interacta come unica piattaforma a cui affidarsi per far comunicare e collaborare in modo semplice e veloce le varie sedi, garantendo il miglior coordinamento possibile di tutta la rete industriale a livello globale.

Per SCM Group infatti la difficoltà maggiore era garantire un collegamento e un corretto passaggio delle informazioni all’interno di una realtà così strutturata. Inoltre, contestualizza meglio Gianluca Fariselli, molte delle persone coinvolte in azienda sono operai che non lavorano davanti a un terminale ma all’interno della produzione e quindi risultano difficilmente raggiungibili e ingaggiabili.

 

“Interacta è diventata un ambiente che unisce tutti.”
                                                            – Gianluca Fariselli

 

La direzione può condividere contenuti importanti, come post istituzionali o documenti di corporate branding, direttamente sulla piattaforma, eliminando l’uso di mail e newsletter. Inoltre, sono state implementate community di reparto dove le persone coinvolte possono comunicare, proporre strategie e confrontarsi.

Uno degli aspetti che più hanno decretato il successo della piattaforma, con un’adozione spontanea di oltre il 60%, è stata però la possibilità di creare community aperte dove persone che magari non si sono mai incontrate possono conoscersi, scambiarsi opinioni o persino oggetti come in un reale mercatino. Ancora una volta la componente umana dello strumento è fondamentale. Linda Piva specifica infatti come la piattaforma sia utilizzata per condividere contenuti non solo lavorativi ma anche di carattere sociale e beneficio personale.

Il webinar si è concluso con il racconto di un esempio virtuoso dell’uso di Interacta in SCM Group: il flash mob, organizzato per la festività dell’8 marzo e che ha visto coinvolte le donne presenti nelle sedi e filiali italiane dell’azienda. L’invito era quello di registrare un video seguendo una coreografia e linee guida specifiche. L’iniziativa, condivisa su Interacta, ha riunito persone di funzioni e ruoli diversi, senza gerarchia e in maniera trasversale. Il risultato è stato un progetto che ha avvicinato le persone all’azienda e ha aumentato il senso di appartenenza.

 

“Interacta contribuisce anche in questo modo a diffondere in maniera capillare i valori di SCM Group, formando e informando le persone e rendendole capaci di trasformarsi in risorse di valore per l’azienda.”

 

Così ha concluso Fariselli l’ultimo intervento alla fine del webinar.

Hai una domanda su Interacta? Scrivici per saperne di più